Milanosport – I centri balneari in città – riaprono gli impianti per l’estate 2014

Riaprono i centri balneari in città - Estate 2014

Riaprono gli impianti estivi di Milanosport. I centri balneari Argelati, Lido, Romano e Scarioni saranno aperti straordinariamente già nei giorni 1 e 2 giugno e poi in via definitiva da sabato 7 giugno, mentre le vasche esterne della Cardellino, del Saini e della Sant’Abbondio apriranno domenica 8. Tra le novità di questa stagione spicca il solarium della piscina Cozzi, che si aggiunge a quelli presenti nelle piscine Arioli, Cantù, De Marchi, Mincio, Murat, Procida, Solari, Suzzani. Allestito sul tetto dell’edificio, il solarium è stato realizzato a costo zero – grazie alla collaborazione degli sponsor Algida, Speedo e Frova Nasini – e offrirà a tutti i cittadini che frequentano il tempio del nuoto milanese l’opportunità di prendere il sole a pochi passi dal centro. Un’altra novità dell’estate 2014 è la riapertura della vasca esterna del Saini, in seguito al completamento dei lavori di manutenzione. Nei quattro i centri balneari è disponibile un servizio di free WiFi e, per accontentare anche chi cerca un po’ di relax e intimità, al Lido e all’Argelati sarà disponibile un’area hospitality esclusiva nella quale, pagando un extra, sarà possibile avere un ombrellone, un lettino, uno snack e un gadget.

www.milanosport.it

Forte di una impareggiabile presenza territoriale ed un’offerta di servizi di qualità accessibili a tutti in un contesto istituzionale e storico, MILANOSPORT fa vivere ovunque la vera essenza dello sport: per tutti, vicino a tutti.

Milanosport è anche il Comune di Milano che si impegna ogni giorno nella gestione delle strutture adeguandole alle attese e alla salute dei cittadini, senza dimenticare di essere anche il maggior operatore nelle piscine sul territorio milanese.

Piscine estate 2014 Milano

Piscine estate 2014 Milano

Potete anche condividere con ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest

Nessun commento ancora

Lascia un commento