Mamma, ho paura del buio!

La paura del buio manifesta il timore del bimbo a staccarsi dalla realtà. Bisogna aiutarlo, standogli vicino e tranquillizzandolo ma non solo a parole. Il modo migliore per accompagnarlo a superare il suo timore è sedersi sul letto con lui e raccontargli una fiaba. Il rito serale di narrare fiabe della tradizione diventa dunque un alleato prezioso per superare il timore del buio. Il buio è anche associato dal piccolo ai brutti sogni, quando fanno sogni inquietanti, al mattino, i bimbi lo segnalano al genitore e, in questo caso, è importante farseli raccontare e ascoltarli con attenzione”.

Oltre a questo può essere utile, se il bimbo continua a piangere o a lamentarsi perché non vuole stare a letto, solo, al buio, è importante assecondarlo rispettando i suoi tempi, si può lasciare una lucina accesa e poi eliminarla in modo graduale,  ricorrere a qualche piccolo stratagemma (per esempio, la lucina ma anche un peluche-amico) che può tranquillizzare il bimbo e aiutarlo, piano piano, a controllare le sue paure, facendolo sentire accolto e capito.

Con il tempo, quando il piccolo acquisisce certezze e sicurezze dentro di sé, la paura del buio (e non solo quella) scomparirà. È giusto, dunque, rispondere alle richieste dei bimbi Un atteggiamento rigido o che tende a ridicolizzare la paura del buio ('Dai, dai, non c'è niente, e che sarà mai?' )  o qualsiasi altro timore manifestato dal piccolo, non è corretto, e può essere controproducente facendo sentire il bambino non adeguato rispetto ai suoi sentimenti e le sue difficoltà.

di Mara Giani (Psicologa e Psicoterapeuta)

Potete anche condividere con ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest

Nessun commento ancora

Lascia un commento