Come gestire la rabbia dei bambini – I riti che danno sicurezza – 3° parte

3°  PARTE

I riti che danno sicurezza ai bambini.

La regolarità e i riti sono una grande risorsa per i bambini piccoli, li aiutano a ad accettare anche quei momenti della giornata che possono scatenare la loro rabbia. Tipico è il caso della nanna che genera, molto spesso, grandi proteste e rimostranze da parte dei bambini intorno ai 3 anni. Ma naturalmente, il fatto di andare a letto a un orario adeguato per l'età è una 'regola', non è qualcosa su cui si possa discutere. E, in questo frangente, per esempio, è indispensabile che mamma e papà sostengano la stessa identica posizione ('è ora di andare a letto, abbiamo letto la storia, le luci grandi si spengono, chiudi gli occhi!'). Impegni, corse e stress sono una sorta di comune denominatore per (quasi) ogni famiglia. Ogni giornata è spesso una lotta contro il tempo, è molto importante avere dei rituali di calma per contrastare lo stress che oggi è sempre più forte per tutti noi e insegnarlo, poi, anche ai bambini. Di fatto, è una grande risorsa ritagliarsi qualche momento di benessere e proporlo anche ai propri figli Dal punto di vista della psicologa, se il genitore è sufficientemente soddisfatto, in genere, lo è anche il bambino. “Non possiamo pensare che il bimbo sia un mondo a se stante: se ha intorno adulti che sanno gestire bene il tempo e sono capaci di rilassarsi, lo sarà di più anche lui. Un genitore mediamente soddisfatto ha più pazienza e un atteggiamento più coerente verso il figlio. E tutti i bambini hanno bisogno di riti quotidiani, tempo, amore e libertà e di adulti che hanno voglia di stare con loro”.

 di Mara Giani (Psicologa e Psicoterapeuta)

Potete anche condividere con ...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on Pinterest

Nessun commento ancora

Lascia un commento